GRANDE FESTA IN OCCASIONE DELL’ ACCORDO DI PACE FRA GOVERNO COLOMBIANO E FARC

14433114_1178711148866910_3659311753539046423_n

Una vera e propria festa latinoamericana quella di sabato 1 ottobre, animata dai ritmi travolgenti di Palenque La Papayera, una scoppiettante banda di ottoni e percussioni della costa caraibica della Colombia; gran festa in concomitanza dell’accordo firmato il 26 settembre, che pone fine alla guerra costata la vita a 260 mila persone. L’accordo, firmato con una penna ricavata da un proiettile, accompagnato dalle note dell’Inno alla gioia di Beethoven, ha riguardato il governo di Bogotà e le forze armate rivoluzionarie della Colombia, le Farc, braccio armato del partito comunista colombiano dal 1964, che non sono più nella lista delle organizzazioni terroristiche, dopo 52 anni di conflitto armato. Nel suo paese d’origine questa formazione viene chiamata papayera, ovvero banda, ed esegue ritmi di origine africana misti a canti di origine spagnola. Nelle feste popolari, la banda accompagna le danze tradizionali, come la cumbia, il porro e il fandango. Una sorta di piccola fanfara processionale tipica di quella regione caraibica. I musicisti provengono da ambienti diversi fra loro: folklore, musica classica, jazz e musica improvvisata, così come culture diverse: Afro-discendenti ed europei, unite nell’obbiettivo comune di rafforzare la propria identità attraverso la socializzazione, la danza, per una festa di gioia collettiva. Una ricca amalgama che dà un colore unico per la festa. Palenque si è stata costituita a Ginevra, città dove i componenti vivono, ed è una formazione di otto musicisti, forse anche loro tra i 7 milioni di sfollati causati da quella guerra finalmente finita. Sabato dalle ore 21:30 alle ore 0:30Auditorium Flog “Official” via Michele Mercati 24/b, 50139 Firenze.